I NUMERI UNO

178 I numeri UNO - 2022 “Tu lo sai usare un computer? Vai in cucina” A questo punto si trattava di decidere come continuare. Con il tempo avevo sviluppato un bel rapporto con entrambi i professori. Zerbi era stato il mio prof di tesi in un momento della sua vita molto difficile. Suo figlio, a causa di un incidente stradale, era finito in coma. Uno dei modi in cui ha reagito è stato parlarmi tantissimo. Lo faceva star meglio e lo si vedeva. Aspettava con ansia e con paura la famosa chiamata dall’ospedale. Per fortuna poi il figlio si è svegliato. Sono andato da lui gli ho detto “voglio fare ricerca”. Mi rispose: “vai in America e vai a fare il PostDoc perché sei troppo bravo”. L’idea mi ha spaventato tantissimo, perché il percorso lineare prevede che dopo la tesi si faccia il dottorato. Ma lui insisteva: “sei troppo bravo e devi saltare questo passaggio”. Gli ho dato retta. Tra l’altro, in quel periodo, finita la tesi, avevo iniziato il militare. Ero stato arruolato nell’aeronautica militare e avevo fatto il CAR (Centro Addestramento Reclute) a Taranto, in Puglia, vicino a casa. Durante il CAR, mi avevano messo in ufficio ad aiutare. Terminato l’addestramento, visto che avevano scoperto che avevo studiato, mi mandano in base a Milano, il quartier generale. Ero contentissimo, perché la base militare era a pochissimi metri dal Politecnico. Avevo anche l’appartamento: era perfetto. Mi presento alla base, mi metto in fila con altre reclute e c’è un maresciallo che con un paio domande decide a quale reparto assegnarti. Quando gli rispondo “sono ingegnere dei materiali”, lui, naturalmente non avendo la più pallida idea di cosa significasse, di rimbalzo mi chiede: “tu lo sai usare un computer?”. Evidentemente non convinto del fatto che gli avessi risposto di sì, mi

RkJQdWJsaXNoZXIy MjQ1NjI=